Giardino

Guida di piantagione per garofani

Con fiori delicati e frizzanti e una ricca fragranza, i garofani (Dianthus caryophyllus), detti anche chiodi di garofano rosa, hanno due categorie: il tipo di fiorista e il tipo di bordo. Originaria del Mediterraneo, questa perenne cresce nelle Zone climatiche al tramonto .

garofani nei giardini di casa crescono in un cespuglio folto che va da 12 a 24 pollici di larghezza, con steli fiorali alti da 12 a 24 pollici con fiori in rosso, rosa, bianco, rosa, giallo, arancione e bicolore. A seconda della varietà, fioriscono da giugno a settembre.

I garofani sono facili da coltivare ma richiedono certe condizioni di semina per prosperare.

Luogo

A differenza del garofano del fioraio, che viene coltivato in una serra, il garofano da giardino cresce meglio in pieno sole.

Nelle zone con estati calde, pianta i garofani in un luogo che ottiene il sole del mattino ed è ombreggiato dal caldo sole pomeridiano.

Scegli un sito con una buona circolazione d’aria per ridurre i problemi con le malattie.

Suolo

Il terreno migliore per i garofani è un terriccio ricco e ben drenato. Arricchire il terreno più povero da diverse settimane a un mese prima di piantare i garofani.

Per arricchire un intero giardino, stendi uno strato da 2 pollici di letame ben decomposto e uno strato da 2 pollici di compost sul giardino e fino a 6 pollici nel terreno.

Se stai piantando un singolo garofano, scava una buca profonda 2 piedi e larga 1 piede. Mescola il terreno del buco con quantità uguali di compost ben fatto e letame e riempi il buco con la nuova miscela.

PH del suolo

I garofani preferiscono il terreno leggermente alcalino, con un pH compreso tra 6,6 e 7,8. È possibile testare il terreno del giardino prelevando campioni per un test, che fornirà un resoconto completo delle condizioni del terreno.

Puoi anche testare il terreno con i kit acquistati dai centri di giardinaggio, anche se questi non sono accurati come un test di laboratorio.

Regola il terreno in base ai risultati del test; aggiungere carbonato di calcio (calce) per aumentare il pH e lo zolfo per abbassare il pH.

Sincronizzazione

Avviare i semi di garofano in casa da otto a 10 settimane prima dell’ultima data annuale di gelo. I semi di garofano possono essere seminati direttamente in giardino a maggio.

I garofani cresciuti da semi vengono generalmente allevati come annuali. Il garofano perenne acquistato dai vivai può essere piantato in giardino dopo l’ultima data di gelata.

Cura delle piante di garofano

I garofani (Dianthus caryophyllus) possono crescere come piante perenni a breve durata, anche se gli intervalli di crescita specifici variano.

I garofani vengono spesso trattati come annuali anche dove possono sopravvivere come piante perenni.

Queste piante sono apprezzate per i bellissimi fiori doppi che producono in una vasta varietà di colori. Fornire al garofano una cura adeguata aiuterà a garantire una crescita e una fioritura vigorosa della pianta.

  • Pianta o posiziona, nel caso di campioni di contenitori, i garofani in un sito che riceve la piena luce solare o, se il sito è molto caldo, ombra parziale. Piante spaziate da 10 a 12 pollici l’una dall’altra per assicurare una buona circolazione dell’aria.
  • Stendere uno strato sottile e sciolto, non più di 2 pollici di spessore di un materiale organico come foglie trinciate o erba secca in giro, anche se non direttamente in contatto con le piante di garofano. Questo pacciame conserva l’umidità del suolo, sopprime le erbe infestanti e regola la temperatura del suolo intorno ai garofani.
  • Annaffia regolarmente il terreno attorno ai garofani, assicurando che le piante ricevano 1 pollice d’acqua ogni settimana attraverso la pioggia e l’irrigazione supplementare. Evitare l’uso di irrigazione a pioggia o di bagnare il fogliame, che favorisce le macchie fungine delle foglie.
  • Spingere un palo o un supporto simile nel terreno vicino a qualsiasi varietà di garofano e legare liberamente i gambi del garofano al palo usando cordicelle o strisce di tessuto, poiché gli alti garofani tendono a piegarsi senza supporto.
  • Fertilizzare il garofano ogni sei-otto settimane con un fertilizzante idrosolubile con una formula per piante da fiore, meno frequentemente con un fertilizzante granulare a lento rilascio poggiato sul terreno intorno ai garofani e annaffiato.
  • Taglia i fiori spessi del garofano una volta che ha finito di sbocciare, facendo ogni taglio appena sopra la foglia o giunzione dello stelo. Tagliare i vecchi fiori può incoraggiare la fioritura ripetuta.
  • Tagliare i gambi di garofano indietro di 1 o 2 pollici sopra la corona della pianta dopo che il freddo ha ucciso la parte fuori terra del garofano o dopo che la fioritura è terminata.
  • Scava la pianta del garofano ogni tre o quattro anni o ogni volta che il centro di un gruppo di piante inizia a morire o sembra scarso. Dividi la parte esterna sul grumo in due o quattro nuove piante usando una vanga affilata o un coltello. Scartare il vecchio centro del gruppo e reimpiantare ciascuna delle nuove sezioni.

Cose che ti serviranno per impiantare e curare il garofano

  1. Pacciame organico
  2. Tubo o altro attrezzo per l’irrigazione
  3. Puntata, se necessario
  4. Spago o strisce di tessuto
  5. Fertilizzante formulato per piante da fiore
  6. Coltello affilato o forbici

Ricorda

I garofani preferiscono un terreno ricco, ben drenato e neutro o leggermente alcalino. Prima di piantare, lavora da 2 a 3 pollici di materia organica come compost ben macinato o letame invecchiato in almeno i primi 8 pollici di terreno, specialmente in siti che sono argillosi o privi di fertilità, per incoraggiare il vigore delle piante.

Come far crescere i garofani in vasi

I garofani riescono a rendere attraenti le piante in vaso a causa delle loro fioriture a lunga durata, specialmente quando molti si ammassano insieme in un grande contenitore.

Se vuoi evitare di picchettare quelle piante, prova i tipi nani, che raramente crescono sopra 1 piede. Per una stagione di fioritura senza fine, scegli le varietà perpetue, che possono raggiungere i 3 piedi di altezza ed essere quasi sempre in fiore in climi privi di gelo.

  • Impianta le tue piante di garofano a fine inverno o all’inizio della primavera. Tenerli in una serra fresca e soleggiata o in un luogo protetto all’aperto, dove le temperature raggiungono picchi caldi durante il giorno e scendono pian piano durante la notte.
  • Trasferisci i garofani in vasi abbastanza grandi da contenere diverse piante ciascuno. Assicurati che quei contenitori abbiano dei fori di drenaggio e riempili con un terriccio di sgocciolamento rapido, come quello destinato ai cactus. Per piantare un vaso da 10 pollici, scavare quattro fori equidistanti nel terreno attorno al suo bordo e un buco nel mezzo. Rimuovi cinque nani o piccoli garofani dai loro vasi da vivaio e mettili in quei buchi. Quando si impacchetta il terreno attorno alle radici, posizionare le piante in modo che le loro corone delle radici rimangano leggermente al di sopra del livello del suolo.
  • Astenersi dal potare le piante fino a quando non hanno da 9 a 10 paia di foglie per gambo. Quindi ritaglia ogni stelo delle quattro piante esterne sul fondo di tre o quattro paia di foglie, rimuovendo le sei coppie superiori, che costringerà le piante a ramificarsi e a fare più germogli. Lasciare la pianta centrale non preparata per fornire un’altezza extra nel mezzo. Immergere le cesoie in un mix di 9 parti di acqua in 1 parte di candeggina tra i tagli per sterilizzarle.
  • Inserire il becco lungo di un annaffiatoio sotto le foglie delle piante quando le si annaffia, poiché troppa umidità sul fogliame può causare problemi di funghi. Usa abbastanza acqua in modo che l’eccesso goccioli dai fori di drenaggio del vaso. Astenersi dall’irrigare di nuovo le piante fino a quando la superficie del loro terreno non è asciutta. Fertilizzare i garofani una volta alla settimana con un fertilizzante vegetale per tutti gli usi, che generalmente significa utilizzare circa 1/2 cucchiaino di cristalli per litro di acqua.
  • Tagliare di nuovo circa la metà dei germogli sui garofani esterni, verso il basso sei paia di foglie, poco prima di spostare le piante all’aperto in tarda primavera. Quando i fiori sulla punta di un gambo si affievoliscono, separa sotto quelle fioriture, per far sì che arrivino altri fiori. Continua a dare ai tuoi garofani la stessa quantità di cibo in autunno, ma smetti di concimarli durante l’inverno.

Cose che ti serviranno

  1. Cesoie
  2. Candeggina
  3. Vaso da fiori da 10 pollici
  4. Terriccio drenaggio rapido
  5. Pali di piante
  6. Annaffiatoio con becco lungo
  7. Fertilizzante vegetale

Ricorda

Poiché i garofani sono piante perenni di breve durata, ne iniziano di nuovi frequentemente da ritagli di vecchi.
Inoltre ti preghiamo di ricordare che i garofani non tollerano il terreno inzuppato. Se tendi ad innaffiare le tue piante, mettile in vasi di terracotta, che si asciugheranno più velocemente.

Qual è il ciclo di vita di un garofano?

I garofani presentano petali leggermente arruffati nei toni del bianco, rosa, rosso, lavanda e giallo. La maggior parte dei fiori delle varietà ha petali a strisce o variegati che forniscono ancora più colore.

Queste piante perenni di breve durata sopravvivono per due o più anni, a seconda della varietà. Capire il ciclo di vita di un garofano può aiutarti a pianificare il modo migliore per incorporarlo nel tuo giardino.

La germinazione

Un seme di garofano germina prontamente senza un precedente trattamento, spesso spuntando in appena due o tre giorni dopo che è stato piantato.

La temperatura influisce sul tempo di germinazione del garofano, con il seme di alcune varietà che richiede fino a 10 giorni e il seme di altre che impiega fino a tre settimane per germinare. Il seme richiede di piantare a una profondità di 1/4 di pollice e germoglia meglio con temperature calde.

Mantenere il terreno umido aiuta a garantire una buona germinazione. Un seme di garofano non necessita di luce per germogliare. Una piantina di garofani emerge con due foglie di semi, che assorbono la luce solare per i primi stadi di crescita della pianta.

Mentre la piantina continua a crescere, produce foglie , che sono le foglie adulte della pianta.

Il seme appassisce dopo che vengono prodotte abbastanza foglie vere per sostenere la pianta.

Fioritura e semi

Un garofano sano può iniziare a fiorire in appena quattro o sei settimane dopo la germinazione. Durante la fase iniziale di crescita, la pianta sviluppa principalmente fogliame e cresce fino alla sua piena altezza, che può variare da 8 a 24 pollici, a seconda della sua varietà.

La pianta ha bisogno di circa 1 pollice di acqua ogni settimana per crescere bene. Dopo che i suoi fiori appassiscono, il garofano forma i semi. Tagliare i vecchi fiori può prolungare il periodo di fioritura della pianta fino all’autunno.

Dormienza

Meno luce del giorno e temperature più fresche costringono una pianta di garofano al letargo. Muore completamente a terra dopo il primo gelo, ma le radici del perenne rimangono vive sotto terra.

Puoi tagliare il fogliame morto in qualsiasi momento dopo che la pianta diventa dormiente. Un sottile strato di pacciame aiuta ad isolare le sue radici dalle fluttuazioni della temperatura invernale.

Il garofano non necessita di annaffiature fino a quando non riprende la crescita dalle radici in primavera, il che avverrà solo dopo il pericolo di gelo e quando il terreno comincia a scaldarsi.